Maestro 3D Dental Studio - Manuale Utente

From Maestro3D
Jump to: navigation, search

Contents

Manuali precedenti


Gb.png Maestro 3D Ortho Studio - Manuale Utente (EN) - Versione 3
It.png Maestro 3D Ortho Studio - Manuale Utente (IT) - Versione 3


Note di rilascio - versione 4


Basic Module

  • ridotto il tempo di avvio del software;
  • introdotta la possibilità di effettuare uno snapshot e copiarlo negli appunti;
  • aggiunto l'albero delle parti per visualizzare / nascondere velocemente le parti della scena;
  • introdotta la possibilità di importare nel progetto l'osso mascellare e mandibolare;
  • aggiunta la funzionalità 4D motion. Può importare e visualizzare file da dispositivi che tracciano i movimenti mascellari e mandibolari;
  • nuovo exporter con nuove opzioni per il visualizzatore;
  • aggiunte le sezioni lungo la linea dell'arco ideale;
  • introdotta la possibilità di cambiare dinamicamente i modelli virtuali durante le sezioni;
  • introdotta la possibilità di cambiare dinamicamente i modelli virtuali durante l'ispezione occlusale;
  • aggiunta la visualizzazione delle distanze, delle intersezioni e delle distanze-intersezioni durante l'ispezione occlusale;
  • migliorato il flusso di lavoro delle basi virtuali;
  • migliorata l'interazione con le linee di taglio;
  • aggiunta l'importazione dei modelli mascellari e mandibolari da Tac;
  • aggiunte risoluzioni a scelta multipla nella registrazione video;
  • migliorata la registrazione del video;
  • aggiunta nuova funzionalità di comparazione 3D per valutare l'andamento del trattamento;
  • aggiunta scala della griglia visibile e regolabile;
  • aggiunte nuove lingue;


Virtual Setup module

  • introdotta la possibilità di combinare le radici reali provenienti da macchine CBCT con l'arcata scansionata;
  • introdotta la possibilità di aggiungere, rimuovere e modificare attacchi / brackets / etichette su qualunque layer;
  • introdotta la possibilità di cambiare posizione degli attacchi / brackets cambiando le etichette numeriche;
  • aggiunta la visualizzazione delle distanze e delle intersezioni per la sola parte occlusale, mesio-distale ed entrambe;
  • migliorato il calcolo automatico degli assi linguali e occlusali per ogni dente;
  • introdotta la possibilità di effettuare più stripping consecutivi con lo stesso dente o coppia di denti;
  • l'ipr ripristina la posizione dei denti qualora i denti non siano nella posizione iniziale del setup corrente;
  • aggiunta nel menù contestuale del dente la voce per eliminare tutti gli stripping relativi ad un dente in qualsiasi layer;
  • introdotta la possibilità di aggiungere attacchi positivi e negativi;
  • introdotta la possibilità di aggiungere etichette positive e negative;


Brackets module

  • introdotta la possibilità di inserire i brackets con i jig;
  • introdotta la possibilità di gestire diversi tipi di brackets per lo stesso dente;
  • aggiunte nuove tecniche di posizionamento per i brackets, (Step, Roth, Wick Alexander, Dwight Damon, MBT, Andrews, ...)


Models Builder

  • introdotta la possibilità di gestire le configurazioni per la creazione dei modelli virtuali;
  • aumentata la velocità di calcolo dei vincoli di rotazione e traslazione durante la generazione dei modelli virtuali;
  • migliorata la stabilità numerica durante il calcolo dei vincoli di rotazione e traslazione;
  • nuovo exporter con nuove opzioni per i modelli virtuali;
  • aggiunta l'opzione per esportare lungo l'asse Z i modelli da stampare;
  • aggiunta l'opzione per esportare nel sistema di riferimento originale, utile per sovrapporre i dati 3D con le immagini CBCT senza necessità di allineare, (verifica del trattamento);
  • aggiunta l'opzione per esportare i modelli virtuali in STL / PLY / ZIP-STL / ZIP-PLY;
  • aggiunta l'opzione per esportare i modelli virtuali con tutte le componenti geometricamente connesse in un unica mesh per semplificare la procedura di stampa;


PDF3D module

  • aggiunti i modelli 3D in occlusione;


Clear Aligner module

  • aumentata la velocità di calcolo dei clear aligner;
  • aggiunto strumento per creare i brackets template, (brackets tray);
  • aggiunto strumento per creare i jig template, (transfer-bite);


Report

  • il report in pdf / xls è più dettagliato e completo;


Dental Restoration Module

  • aggiunto il nuovo modulo per il restauro dentale per realizzare corone, cappette e ponti;


  • nuovo visualizzatore;


Introduzione all'utilizzo del Software Maestro 3D Dental Studio


Questo documento ha lo scopo di introdurre l'utente in modo semplice ed intuitivo all'uso del Software Dental Studio. Si prega di leggere attentamente il manuale prima di utilizzare il software.


Dental.studio.user.interface1.png


Introduzione


Maestro 3D Dental Studio è un software basato su tecnologia interamente proprietaria che si pone come l'unico strumento completo sia per la realizzazione di lavori ortodontici che di restauro dentale. Il software è completamente modulare ed è composto principalmente da due macro moduli:


  • Ortho Studio (modulo di ortodonzia);
  • Dental CAD / Dental Restoration (modulo di restauro dentale);


Facile da utilizzare sia per i laboratori che per i clinici, unito allo scanner dentale Maestro 3D, è la soluzione completa che aiuta i laboratori e gli studi medici ad entrare nell'era digitale. Grazie alla fusione del modulo ortodontico e del modulo di restauro dentale, in un'unico software, è possibile sfruttare molteplici funzionalità combinate ed avere un flusso di lavoro intuitivo e integrato in grado di offrire un'esperienza di lavoro unica.


Le principali caratteristiche sono:


  • Gestione di una base di dati relazionale composta da cliniche / dottori / pazienti e casi di lavoro;
  • Strumenti di misura: analisi delle distanze, intersezioni, misure, sezioni, comparazioni tridimensionali, ...;
  • Creazione di basi virtuali;
  • Setup Virtuale con possibilità di gestire attacchi (positivi / negativi), brackets, etichette (positive / negative), IPR (riduzione interprossimale), estrazioni, ...;
  • Creazione delle mascherine trasparenti virtuali;
  • Creazione delle mascherine trasparenti di trasferimento di brackets, (brackets template / brackets tray);
  • Creazione delle mascherine trasparenti di trasferimento di brackets tramite jig, (jig template / transfer-bite);
  • Creazione di ponti (fino a 16 elementi) e cappette / corone personalizzate per il restauro dentale;
  • Creazione di video;
  • Esportazione in file aperti pronti per la stampa o per il fresaggio;
  • Visualizzatore per permettere il service digitale presso i propri clienti;


Ortho Studio (modulo di ortodonzia)


Ortho Studio è un pacchetto software che permette l'ispezione, la modifica e l'analisi dei casi dei pazienti, utilizzando l'alta qualità dei dati ottenuti con lo scanner dentale Maestro 3D. Esso è accompagnato da un visualizzatore gratuito che permette di distribuire i modelli digitali ai propri clienti. Disponibile sia per PC che iPad.


In evidenza


  • Potente - È uno software CAD robusto e preciso che consente di lavorare su tutti i tipi di casi dei pazienti;
  • Completo - Permette di fare molteplici tipologie di lavorazione;
  • Veloce - Pochi minuti per eseguire tutte le operazioni di analisi, ispezione e creazione;
  • Facile da usare - Grazie alla modalità di procedura guidata è molto semplice eseguire qualsiasi operazione. In pochi semplici passi è possibile aggiungere basi virtuali personalizzate ai modelli mascellari e mandibolari o realizzare le mascherine trasparenti;
  • Diffuso - Centinaia di installazioni in diversi paesi del mondo, lo rendono uno strumento riconosciuto come indispensabile per il lavoro sia del laboratorio che del clinico;
  • Aperto - Sia in ingresso che in uscita, il software accetta e genera file standard aperti, rendendo libero l'utilizzatore di rivolgersi a chi preferisce per la produzione;
  • Royalty free - Nessun canone obbligatorio o licenze annuali;


Dental CAD / Dental Restoration (modulo di restauro dentale)


Il Dental CAD è un pacchetto software robusto e affidabile che con minimi costi di formazione aiuta a massimizzare la produttività dello studio o del laboratorio. È uno strumento CAD, affidabile e preciso, sia quando si tratta di piccole lavorazioni che quando si tratta di casi complessi.


In evidenza


  • Veloce - Pochi minuti per eseguire tutte le operazioni di creazione del proprio lavoro;
  • Facile da usare - Grazie alla modalità di procedura guidata è molto semplice eseguire qualsiasi operazione;
  • Aperto - Sia in ingresso che in uscita, il software accetta e genera file standard aperti, rendendo libero l'utilizzatore di rivolgersi a chi preferisce per la produzione;
  • Royalty free - Nessun canone obbligatorio o licenze annuali;


Moduli


I moduli di cui il software è composto sono:


  • 1 - modulo ortodontico di base;
  • 2 - modulo del setup virtuale;
  • 3 - modulo di costruzione dei modelli di transizione;
  • 4 - modulo del posizionamento dei brackets;
  • 5 - modulo delle mascherine invisibili;
  • 6 - modulo PDF3D;
  • 7 - modulo Dental CAD / Dental Restoration;


Modulo ortodontico di base


Consente la gestione delle cliniche, dei dottori, dei pazienti e dei casi di studio. Permette di creare delle basi virtuali (ABO, ABO-2013, Ricketts, Parallel, Tweed) da aggiungere ai modelli scansionati, effettuare analisi occlusali, sezioni 3D / 2D, misurazioni di denti e arcate. Questo modulo è necessario per poter utilizzare gli altri moduli;


Maestro3d.dental.studio.basic.module.promo1.png


Modulo del setup virtuale


Consente di effettuare la movimentazione dei denti di entrambe le arcate, valutando distanze, contatti ed intersezioni. Consente inoltre di aggiungere e di personalizzare attacchi (positivi e negativi), etichette (positive e negative) e di effettuare estrazioni e IPR (riduzione interprossimale);


In evidenza

  • separazione automatica dei denti;
  • spostamento dei denti e valutazione dei contatti e intersezioni;
  • modellazione di attacchi personalizzati (positivi e negativi);
  • modellazione di etichette 3D (positive e negative);
  • IPR – Riduzione interprossimale;
  • modellazione tramite viste multiple;
  • visualizzazione animata del setup;
  • esportazione e condivisione di progetti;


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.module.promo1.png


Modulo di costruzione dei modelli di transizione


Consente di costruire un set di modelli 3d necessari per tutto il trattamento ortodontico, pronti per essere esportati in file STL / PLY e stampati con una stampante 3D. L'utente può decidere il numero di modelli di transizione, la massima distanza di movimento lungo gli assi canonici o la massima rotazione desiderata per ogni modello.


Maestro3d.dental.studio.models.builder.promo1.png


Modulo del posizionamento dei brackets


Consente di posizionare automaticamente i brackets sui denti secondo varie tecniche (Step, Roth, Wick Alexander, Dwight Damon, MBT, Andrews) e grazie al modulo del clear aligner permette di costruire diversi tipi di mascherine per il trasferimento dei brackets nella bocca del paziente.


Maestro3d.dental.studio.brackets.module.promo1.png


Modulo delle mascherine invisibili


Consente di progettare e costruire direttamente le mascherine trasparenti virtuali, con spessore variabile, simulando la termoformatura. Consente inoltre di costruire le mascherine di trasferimento di brackets e mascherine di trasferimento di brackets dotati di jig;


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.module.promo1.png


Modulo PDF3D


Esporta all'interno dei file PDF, contenenti tutta la panoramica del movimento e del setup virtuale effettuato, i modelli 3D. Un ottimo strumento per condividere il lavoro eseguito con il proprio medico.


Maestro3d.dental.studio.pdf3d.module.promo1.png


Modulo Dental CAD / Dental Restoration


Permette di realizzare lavori di restauro dentale, ponti fino a 16 elementi, cappette singole, corone, anatomie personalizzate, etc. Esporta i file in STL / PLY pronti per essere fresati / stampati.


Maestro3d.dental.studio.dental.CAD.module.promo1.png


Installazione del Software


Per installare il software, eseguire con i diritti di amministratore il file di installazione. Nelle varie fasi del processo di installazione sarà possibile scegliere la cartella di destinazione, se aggiungere o meno un'icona sul nostro desktop, etc. Si veda l'immagine sottostante che mostra un passaggio dell'installazione.


Maestro3d.dental.studio.installation1.png


Tipicamente questa operazione richiede meno di un minuto. Nella fase finale del processo, si veda l'immagine sottostante, il software ci suggerisce di installare dei runtime ed il codec MP4.


Maestro3d.dental.studio.installation2.png


I runtime sono necessari per il corretto funzionamento del software. Il codec MP4 è un codec di terze parti utilizzato dal software per la registrazione dei video. Si veda in seguito la sezione relativa alla registrazione di un video.


UAC - Controllo Account Utente


Per non avere difficoltà e limitazioni nell'utilizzo del software è necessario settare lo slider dell'UAC - Controllo Account Utente al minimo come mostrato nella figura sottostante.

Per accedere alla finestra di settaggio: Pannello di controllo -> Account Utente -> Cambia impostazione Controllo Account Utente.


UAC.png


Diritti di Amministratore


Per eseguire correttamente il software è necessario settare correttamente i diritti di amministratore.

Seguire le istruzioni come indicato nelle figure sottostanti.

Tasto destro del mouse sull'icona del software per attivare il menù contestuale e selezionare la voce proprietà.


Administrator.rights1a.png


Seguire i passi come indicato nella sequenza da 1 a 4.


Administrator.rights2.png


  • Premere il pulsante Avanzate.
  • Spuntare la voce Esegui come Amministratore.
  • Premere il pulsante Ok.
  • Premere il pulsante Ok.


Interfaccia Utente


L'immagine sottostante mostra come appare l'interfaccia utente del software.


Dental.studio.user.interface2.png


  • 1 - Area informativa;
  • 2 - Barra degli strumenti inferiore;
  • 3 - Area di visualizzazione e di lavoro;
  • 4 - Barra degli strumenti principale;


1 - Area informativa


L'area informativa che si trova nell'angolo in basso a sinistra della schermata principale, racchiude tutte le informazioni principali del caso del lavoro. Ad esempio è riportato il nome della clinica, del dottore, i dati relativi al paziente, l'identificativo del caso di lavoro e i modelli correntemente visualizzati.


2 - Barra degli strumenti inferiore


La barra degli strumenti inferiore è l'area dello schermo che visualizza una barra di progresso durante ogni computazione e permette attraverso appositi pulsanti di cambiare le proprietà di visualizzazione della scena 3D.


Bottom.toolbar2.png


  • 1 - Ingrandisce [tasto PGDown] / rimpicciolisce [tasto PGUp] la scena 3D;
  • 2 - Mostra / nasconde e resetta la trackball della scena 3D [tasto R];
  • 3 - Cambia la proiezione della camera che inquadra la scena 3D: proiezione parallela [tasto O], proiezione prospettica [tasto P];
  • 4 - Cambia le proprietà di illuminazione dei modelli 3D: smooth shading [tasto S], flat shading [tasto F];
  • 5 - Visualizza / nasconde il colore reale dei modelli 3D, se il colore reale è stato acquisito durante la scansione;
  • 6 - Cambia le proprietà di disegno dei modelli 3D: mostra / nasconde, triangoli, bordi [tasto E], punti [tasto V];


3 - Area di visualizzazione e di lavoro


L'area di visualizzazione e di lavoro è l'area della finestra dove i modelli 3D sono visualizzati e dove le operazioni di modifica sono consentite. Nell'area di visualizzazione è possibile visualizzare / creare le basi virtuali, visualizzare l'occlusione fra la mascella e la mandibola, visualizzare le misure dei denti, la lunghezza dell'arco e realizzare e mostrare il setup virtuale e tutte le altre fasi del lavoro.

Per esaminare i modelli visualizzati, i parametri della camera (posizione, scalatura, rotazione) possono essere settati attraverso uno strumento chiamato trackball. La trackball è uno strumento semplice da utilizzare per muovere ed interagire con la scena 3D.

  • Premere e trascinare il tasto sinistro del mouse per ruotare intorno al modello.
  • Ruotare la rotella centrare del mouse per effettuare lo zoom.
  • Premere il tasto centrale del mouse o la rotella per cambiare il centro di rotazione della scena 3D.
  • Premere e trascinare il tasto destro per muovere la camera.


4 - Barra degli strumenti principale


La barra degli strumenti principale, raffigurata nell'immagine sottostante, permette di accedere a tutte le funzionalità del software.


Dental.studio.main.toolbar.png


Come mostrato nell'immagine, questa è composta da tre macro aree:

  • 1 - L'area menù;
  • 2 - Le schede principali:
    • Home;
    • Analisi e misure;
    • Restauro dentale / Dental CAD;
    • Setup virtuale;
    • Video;
  • 3 - La barra degli strumenti fissa, sempre visibile che consente di impostare delle viste predefinite nella scena 3D ed altre funzionalità che vedremo in seguito;


1 - Area menù


Dental.studio.area.menu.png


  • 1 - Attraverso questo menù, si può:

attivare / disattivare la modalità tutto schermo;

attivare i vari moduli del software, ad esempio selezionando una voce per attivare un determinato modulo, il software risponderà con un messaggio informativo qualora tale modulo sia già attivo, oppure chiederà di caricare un file di licenza per attivarlo.

La voce Check for update, come mostra l'immagine sottostante, attiva una nuova finestra che permette all'utente di accedere ad alcune importanti informazioni, come il seriale della licenza in uso (chiave hardware USB), quali moduli sono attivi, quale è la versione corrente del software e quale massima versione del software si può utilizzare senza bisogno di acquistare la licenza di aggiornamento.


Dental.studio.check.update.png


  • 2 - Il menù permette di accedere alla finestra di presentazione del software e contiene dei collegamenti web come la guida e siti web del prodotto;
  • 3 - Il menù per accedere alle varie modalità di cattura schermo;
  • 4 - Il menù per accedere alla finestra delle impostazioni, come mostra l'immagine sottostante, in cui è possibile cambiare: la lingua, i colori di sfondo del software, le proprietà dei materiali degli oggetti della scena, la skin del software, aggiungere la corretta intestazione e logo della propria società, che comparirà nei vari resoconti di esportazione ed altre impostazioni.


Maestro3d.dental.studio.settings.png


2 - Le schede principali


Scheda Home


Maestro3d.dental.studio.toolbar.home.png


  • 1 - Crea un nuovo caso di lavoro;
    • nuovo caso ortodontico;
    • nuovo caso di restauro dentale;
  • 2 - Apri un caso di lavoro esistente;
  • 3 - Salva il caso di lavoro corrente;
  • 4 - Esporta il caso di lavoro corrente;
    • esporta i modelli principali in file STL;
    • esporta il caso di lavoro per il visualizzatore;
    • esporta il caso di lavoro per il visualizzatore iPad. Questa funzione di esportazione è accessibile solo se si utilizza uno scanner della linea Maestro insieme al software Dental Studio;
  • 5 - Imposta il sistema di riferimento della scena 3D;
  • 6 - Cambia l'articolazione fra i modelli mascellare e mandibolare;
  • 7 - Aggiungi le basi virtuali ai modelli;
  • 8 - Edita parti della scena con funzioni di modellazione per lisciare la superficie, aggiungere o rimuovere materiale;
  • 9 - Aggiungi / modifica le note al caso di lavoro;


Scheda Analisi e misure


Maestro3d.dental.studio.toolbar.analysis.png


  • 1 - Ispezione occlusale. Con questa funzionalità è possibile calcolare le distanze, le intersezioni e i punti di contatto fra la mascella e la mandibola.
  • 2 - Movimento 4D. Importa e visualizza animazioni 4D della mascella e della mandibola registrate con appositi dispositivi;
  • 3 - Sezioni 2D / 3D;
  • 4 - Misure mesio-distali e calcolo dell'analisi di Bolton;
  • 5 - Misura dell'intera arcata;
  • 6 - Misure libere;
  • 7 - Comparazione 3D;


Scheda Restauro dentale / Dental CAD


Maestro3d.dental.studio.toolbar.dental.CAD.png


  • 1 - Definizione dei dettagli del lavoro;
  • 2 - Linea di preparazione;
  • 3 - Direzione di inserzione;
  • 4 - Parametri dell'interfaccia;
  • 5 - Posizionamento delle anatomie;
  • 6 - Adattamento;
  • 7 - Riduzione anatomica;
  • 8 - Connettori;
  • 9 - Fusione del lavoro;
  • 10 - Modellazione delle parti della scena 3D;
  • 11 - Esportazione del lavoro;


Scheda Setup virtuale


Maestro3d.dental.studio.toolbar.setup.png


  • 1 - Segmentazione dei denti;
    • linea di taglio singola per ogni dente;
    • linea di taglio globale;
    • sistema di riferimento dentale;
  • 2 - Setup Virtuale;
    • setup virtuale;
    • libreria attacchi;
  • 3 - Posizionamento brackets;
    • posizionamento brackets;
    • libreria dei brackets;
  • 4 - Modelli di transizione;
  • 5 - Mascherine invisibili;
    • mascherine invisibili;
    • mascherine invisibili per posizionamento brackets;
    • mascherine invisibili per posizionamento brackets con jig;
  • 6 - Taglia e chiudi;
    • taglia e chiudi con linea;
    • taglia e chiudi con piano;
  • 7 - Vista dei modelli di transizione;
  • 8 - Visualizza componenti ausiliari (attacchi, brackets, etichette, ...);
  • 9 - Animazione del setup;
    • animazione singola;
    • animazione in loop;
  • 10 - Esporta i modelli di transizione;
    • esporta file ZIP / STL / PLY;
    • esporta report PDF;
    • esporta report XLS;


Scheda Video


Maestro3d.dental.studio.toolbar.video.png


  • 1 - Cattura schermo;
  • 2 - Nuovo Video;
  • 3 - Registra / pausa / stop;


3 - La barra degli strumenti fissa


Maestro3d.dental.studio.toolbar.view.png


  • 1 - Visualizza / nasconde griglia;
  • 2 - Viste multiple e libreria di immagini 2D;
    • le viste multiple, permettono di vedere sullo schermo i modelli di lavoro secondo le viste canoniche;
    • la libreria di di immagini 2D, permette di importare e visualizzare immagini 2D (bmp, jpg, png, ...) relative al caso di lavoro;
  • 3 - Viste predefinite;
  • 4 - Visualizza i modelli mascellari e mandibolari in modalità bocca aperta e chiusa;
  • 5 - Visualizza soltanto un modello (mascellare o mandibolare) o entrambi;
  • 6 - Chiusura dal software;


Home

Creare un nuovo caso di lavoro


Maestro3d.dental.studio.new.case1.png


Come mostra l'immagine sopra, per iniziare un nuovo caso di lavoro, premere il menù a tendina 1 e poi scegliere al punto 2 se si vuole creare un nuovo caso ortodontico oppure un nuovo caso di restauro dentale. Scelto il tipo di lavoro, come prima cosa è necessario selezionare i dati anagrafici relativi al caso di lavoro.


Maestro3d.dental.studio.new.case2.png


Come mostra l'immagine sopra, in questa fase è necessario selezionare la combinazione di 3 elementi che definiscono l'anagrafica del caso di lavoro. Questi elementi sono, come mostra il punto 2, la clinica, il dottore associato alla clinica ed il paziente associato al dottore.


  • 1 - I pulsanti indicati al punto 1, permettono di popolare la base di dati aggiungendo nuove cliniche, nuovi dottori e nuovi pazienti;
  • 2 - In questa area dello schermo si deve selezionare la combinazione clinica / dottore / paziente; selezionando una clinica, saranno visualizzati nel menù a tendina dei dottori, tutti i dottori associati alla clinica selezionata. Con lo stesso principio, selezionando un dottore, saranno visualizzati nel menù a tendina dei pazienti, tutti i pazienti associati al dottore selezionato.
  • 3 - In questa area dello schermo ci sono i menù a tendina che contengono la lista dei dottori e dei pazienti non associati. Utilizzare i pulsanti (aggiungi / elimina) vicino a tali menù per aggiungere un dottore alla lista dei dottori associati alla clinica selezionata. Con lo stesso principio, si può aggiungere un paziente alla lista dei pazienti associati al dottore selezionato;
  • 4 - Conclusa l'associazione fra clinica, dottore e paziente si può procedere oppure tornare alla schermata precedente;


Definizione del lavoro ortodontico


Dopo aver definito l'anagrafica del caso come visto al punto precedente, si può procedere a definire il tipo di lavoro e quali modelli 3D vogliamo importare.


Maestro3d.dental.studio.orthodontic.choose.work.png


Come mostra l'immagine sopra, in questa schermata definiamo quali modelli 3D importare nel caso di lavoro.


  • 1 - In questa area dello schermo si possono selezionare gli oggetti che vogliamo importare: arcata dentale, file contenente le radici dei denti, l'osso della mandibola o della mascella e la faccia 3D del paziente;
  • 2 - Anteprima del caso di lavoro. L'immagine di anteprima cambia in funzione di quali elementi da importare sono selezionati;
  • 3 - Procedere alla schermata successiva oppure tornare alla schermata precedente;


Definizione del lavoro di restauro dentale


Dopo aver definito l'anagrafica del caso come visto al punto precedente, si può procedere a definire il tipo di lavoro di restauro dentale per ogni dente.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.choose.work.png


Come mostra l'immagine sopra, al punto 1 si deve scegliere se vogliamo lavorare in modalità singolo paziente o in modalità multi paziente. Nella immagine sopra è mostrato un esempio della modalità paziente. In questa schermata definiamo per ogni dente, quale tipo di lavoro dobbiamo effettuare. Per fare questo è sufficiente selezionare un dente nella parte centrale dello schermo ed andare a definire il tipo di lavoro ed i relativi parametri.



  • 1 - Modalità singolo paziente / modalità multi paziente;
  • 2 - Scelta del tipo di lavoro per il dente selezionato, tipo di fresatore, tipo di materiale;
  • 3 - Parametri relativi al tipo di lavoro del dente selezionato. Sarà possibile cambiare questi parametri anche in seguito durante il lavoro;


L'immagine sottostante mostra un esempio di modalità multi paziente. Questa modalità di lavoro è molto comoda nel caso in cui dobbiamo lavorare su denti di più pazienti. In questo modo sia la fase di scansione che la fase di disegno saranno molto più veloci e potranno essere svolte in parallelo per tutti gli elementi dentali di diversi pazienti.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.multidie.choose.work.png


Importazione dei file di lavoro


L'immagine sottostante mostra la schermata del software attraverso la quale è possibile importare tutti i file di lavoro necessari.


Maestro3d.dental.studio.import.data.png


  • 1 - I pulsanti al punto 1 permettono di:
    • importare un file da disco, STL, PLY oppure un ORTHO file;
    • cancellare la selezione corrente;
    • iniziare una nuova scansione. Questa modalità è attiva solo se uno scanner Maestro 3D è connesso al PC;
  • 2 - Albero delle scansioni. Se si dispone di uno scanner Maestro 3D, in questa area dello schermo saranno visibili tutte le scansioni effettuate. Sarà quindi possibile selezionare un elemento dall'albero delle scansioni senza dover importare un file da disco;
  • 3 - Procedere con la schermata successiva oppure tornare alla schermata precedente;


Aprire un caso di lavoro esistente


Per aprire un caso esistente, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.open.case1.png


La successiva immagine mostra come appare la schermata di apertura di un caso.


Maestro3d.dental.studio.open.case2.png


  • 1 - Selezionare la combinazione di clinica, dottore e paziente che identifica la lista di casi associati a quel dato paziente;
  • 2 - Lista dei casi di lavoro associati al paziente;
  • 3 - Procedere con l'apertura oppure tornare alla schermata precedente;


Esportare il caso di lavoro corrente


Maestro3d.dental.studio.viewer.exporter1.png


  • 1 - Esporta l'arcata mascellare e mandibolare originaria in file STL;
  • 2 - Esporta il caso per il visualizzatore PC;
  • 3 - Esporta il caso per il visualizzatore iPad; Questa funzione di esportazione è accessibile solo se si utilizza uno scanner della linea Maestro insieme al software Dental Studio;


Nel caso in cui si scelga di esportare il caso di lavoro per il visualizzatore PC, come mostra l'immagine sottostante è possibile scegliere quali informazioni includere nel file.


Maestro3d.dental.studio.viewer.exporter2.png


  • 1 - Esporta le informazioni relative al virtual setup;
  • 2 - Esporta la sequenza dei modelli di transizione;
  • 3 - Esporta le mascherine invisibili;
  • 4 - Esporta la mascherina invisibile per il posizionamento dei brackets;
  • 5 - Esporta la mascherina invisibile per il posizionamento dei brackets dotati di jig;


Tutte queste informazioni saranno esportate in un unico file, (formato file *.ortho, di proprietà di AGE Solutions Srl), protetto e compresso, che sarà possibile aprire per la visualizzazione dal visualizzatore oppure potrà essere importato dal software in versione commerciale. Altre informazioni come: note, misure, etc., sono automaticamente esportate nel file. Questa funzione di esportazione è molto utile per condividere il proprio lavoro con altri colleghi, oppure per fare il service digitale con i propri clienti.


CONSIGLIO:

se si sceglie di esportare il punto 2, il file finale sarà molto più grande ma, in apertura i modelli di transizione saranno direttamente visibili e subito fruibili. Viceversa se si sceglie di non esportare tali modelli, il file sarà molto più piccolo, ma una volta importato nel visualizzatore, per poter usufruire di tali modelli o per vedere l'animazione, sarà prima necessario rigenerare i modelli di transizione.


Cambiare il sistema di riferimento

Questa procedura è necessaria per mettere gli oggetti nel corretto sistema di riferimento necessario al software.


Maestro3d.Dental.studio.change.origo.menu.png


Da questo menù possiamo accedere a 3 fondamentali funzionalità per ridefinire o modificare il sistema di riferimento.


  • Lo123.png Cambiare il sistema di riferimento - Posizione iniziale.
  • Ortho.local.origo.png Cambiare il sistema di riferimento - Posizionamento preciso.
  • Ortho.upper.lower.switch32.png Inverte il modello inferiore con il superiore nel caso si siano importati in maniera erronea.


CONSIGLIO:

utilizzare queste funzioni prima di effettuare qualsiasi altra operazione, come misurazioni, spostamento dei denti, etc.


Per cambiare il sistema di riferimento dei due modelli è necessario premere il pulsante Lo123.png.

Fare doppio click sopra il modello per aggiungere un nuovo punto alla spline come mostrato nella figura sottostante. In questo modo si definirà una posizione iniziale del sistema di riferimento dei modelli.


Maestro3d.dental.studio.local.origo.initial.position.png


Premere Avanti oppure Ortho.local.origo.png per andare al secondo passaggio.

Nell'area di editing apparirà un manipolatore. (Si veda l'immagine sottostante). Il centro del manipolatore rappresenta il centro del sistema di coordinate. La freccia rossa rappresenta l'asse X, la verde l'asse Y e la blu l'asse Z.

PremereNext.png Avanti per applicare i cambiamenti fatti. Si ricorda che per non perdere i cambiamenti fatti è necessario salvare il lavoro periodicamente. Per salvare premere il pulsante Ortho.save.png Salva caso situato nella toolbar principale.


Maestro3d.Dental.studio.local.origo.png


Articolazione virtuale


Maestro3d.dental.studio.virtual.articulator1.png


Per modificare l'articolazione virtuale dei modelli mascellari e mandibolari, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Di seguito un'immagine della schermata dell'articolazione virtuale.


Maestro3d.dental.studio.virtual.articulator2.png


  • 1 - Strumenti principali:
    • resetta articolazione;
    • dividi lo schermo in più viste simultanee;
    • mostra / nascondi manipolatore;
  • 2 - Visualizza animazione;
  • 3 - Cambia trasparenza delle arcate dentali;
  • 4 - Strumenti per modificare l'articolazione immettendo dei valori numerici;
  • 5 - Strumento per visualizzare le distanze, le intersezioni, contatti fra le due arcate dentali;
  • 6 - Annulla / ripeti operazione;


CONSIGLIO:

utilizzare questa funzione prima di effettuare qualsiasi altra operazione, come misurazioni, spostamento dei denti, etc.


Creazione basi virtuali


Maestro3d.dental.studio.virtual.base1.png


Per aggiungere le basi virtuali ai modelli, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Il primo passo è quello di definire una linea di taglio per rimuovere l'area dei modelli non necessaria.


Maestro3d.dental.studio.virtual.base2.png


Per definire la linea di taglio usare la combinazione, tasto SHIFT della tastiera e il pulsante sinistro del mouse. La linea di taglio deve percorrere tutto il profilo del modello 3D, non deve auto intersecarsi e non deve passare troppo vicina alla linea di margine dei denti.


CONSIGLIO:

  • premere il tasto SHIFT + click con il tasto sinistro del mouse per aggiungere un punto alla linea di taglio;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto sinistro del mouse per disegnare la linea in continuo;
  • premere il tasto SHIFT + click con il tasto sinistro del mouse su di un punto della linea per rimuoverlo;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto sinistro del mouse su di un punto della linea per spostarlo;


Come si può notare dall'immagine sopra, la linea di taglio in verde divide l'arcata dentale in due parti. Prestare attenzione alla freccia blu che indica un punto. Il punto, che può essere spostato con la combinazione tasto CTRL + tasto sinistro del mouse, sta ad indicare la parte del modello che sarà utilizzata, mentre l'altra parte sarà scartata e sostituita con la base virtuale.


Ripetiamo la stessa operazione anche per l'altra arcata. Al termine della fase di disegno delle linee di taglio, il software mostra la schermata di disegno della base virtuale. Si veda l'immagine successiva.


Maestro3d.dental.studio.virtual.base3.png


In questa fase è possibile manipolare direttamente i punti di controllo della base virtuale per cambiarne dimensione, aspetto e posizione. Si veda nel dettaglio l'immagine seguente:


Ortho.virtual.base3.png


A: cambiare il bordo della base: trascinare un punto situato sul bordo della base premendo SHIFT + tasto sinistro del mouse. E' inoltre possibile disegnare un nuovo bordo della base. Tenendo premuto il tasto SHIFT e il tasto sinistro del mouse si può disegnare un nuovo bordo andando a trascinare la zona vicina alle estremità della base dove sono presenti i punti di controllo della linea di bordo. Inoltre trascinando le frecce locate agli estremi della base è possibile spostare e dimensionare la base stessa.

B: cambiare la forma della base: trascinando i punti e le frecce situate agli angoli della base virtuale è possibile cambiare la forma della base stessa. Durante tutte le operazioni di editing le relazioni fra angoli e lunghezze del modello di base scelta saranno preservati.

C: cambiare l'altezza della base: trascinando le frecce poste alle estremità superiore ed inferiore delle due basi è possibile cambiarne l'altezza. Questa opzione è disabilitata per le basi di tipo ABO.

Tutte le operazioni di editing riguardanti la creazione delle basi virtuali, avvengono tramite la pressione del tasto SHIFT + il pulsante sinistro del mouse.

Usando il checkbox “Cambiamenti Simmetrici” tutte le operazioni fatte risulteranno simmetriche per le due basi.


Maestro3d.dental.studio.virtual.base4.png


  • 1 - Cambia il template della base fra ABO, ABO 2013, Parallel, Tweed e Ricketts;
  • 2 - Definisce il tipo di bordo della base;
  • 3 - Se spuntato, garantisce la simmetricità delle operazioni di editing fra le due basi virtuali;
  • 4 - Indica l'altezza che si desidera fra le due basi. Questa funzionalità non è abilitata per le basi ABO che come da specifiche hanno l'altezza fissata;


La schermata successiva come si vede nell'immagine sottostante, mostra le arcate con le basi virtuali finali. Come si può vedere la transizione tra la base ed il modello è molto graduale. Inoltre se il modello 3D di input è stato scansionato con lo scanner 3D Maestro, utilizzando l'opzione di scansione del colore reale, anche la base virtuale assumerà le stesse tonalità del colore dell'arcata, dando ai modelli 3D un aspetto molto realistico.


Maestro3d.dental.studio.virtual.base5.png


Modellazione


Maestro3d.dental.studio.sculpt1.png


Per apportare alcune modifiche ai modelli, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Con questa funzione si può aggiungere / rimuovere del materiale oppure lisciare la superficie del modello stesso decidendo l'ampiezza e la velocità dei cambiamenti, utilizzando gli appositi slider. Come si può vedere dall'immagine sopra, è possibile scegliere su quali modelli 3D della scena eseguire le operazioni di modellazione.


Di seguito si può vedere come appare la schermata della modellazione delle arcate dentali. Oltre ad apportare le modifiche in questo caso è anche possibile valutare distanze / intersezioni e collisioni fra i due modelli 3D.


Maestro3d.dental.studio.sculpt2.png


Di seguito il dettaglio della colonna degli strumenti, situata sulla sinistra dello schermo.


Maestro3d.dental.studio.sculpt3.png


  • 1 - Aggiungi / rimuovi materiale;
  • 2 - Liscia la superficie;
  • 3 - Dimensione della spatola;
  • 4 - Ampiezza della spatola;
  • 5 - Liscia la superficie ai bordi della spatola; nel caso sia selezionata l'operazione di lisciatura è possibile scegliere se l'operazione può essere penetrativa o meno;
  • 6 - Misura massima di materiale da aggiungere;
  • 7 - Annulla / Ripeti operazione;


CONSIGLIO:

  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto sinistro del mouse per aggiungere materiale o lisciare la superficie;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto destro del mouse per rimuovere materiale;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + la rotella del mouse per cambiare la dimensione della spatola;


Note


Maestro3d.dental.studio.note1.png


Per aggiungere / modificare le note al caso di lavoro, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine di sopra. Con questa funzione si può aggiungere / modificare delle note testuali relative al caso di lavoro che possono essere utili nel caso in cui il caso di lavoro sia distribuito a terze persone attraverso il visualizzatore. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata delle note.


Maestro3d.dental.studio.note2.png


  • 1 - Pulisci note;
  • 2 - Pagina dove scrivere il testo;
  • 3 - Conferma le note / annulla lavoro;


Analisi e Misure

Ispezione Occlusale


Maestro3d.dental.studio.analysis1.png


Per visualizzare l'ispezione occlusale fra arcata superiore e inferiore, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Con questa funzione si possono visualizzare le distanze, le eventuali intersezioni ed i contatti fra le due arcate. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata dell'analisi occlusale.


Maestro3d.dental.studio.occlusion.inspection1.png


Di seguito un dettaglio della colonna degli strumenti:


Maestro3d.dental.studio.intersection.toolbox.png


  • 1 - Cambia i tipi di misure: distanze, intersezioni o distanze e intersezioni. Lo slider permette di cambiare l'intervallo dei valori;
  • 2 - Mostra / nasconde la mappa dei colori;
  • 3 - Se attivo, visualizza la misura esatta sotto al puntatore del mouse;


CONSIGLIO: durante questa fase è possible cambiare i modelli di transizione dall'apposito menù a tendina per valutare le eventuali collisioni durante l'evoluzione del trattamento;


Movimento 4D


Maestro3d.dental.studio.motion4d1.png


Il movimento 4D è la reale animazione della mandibola e della mascella registrate attraverso appositi dispositivi di cattura del movimento. Per visualizzare il movimento 4D, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine di sopra. Con questa funzione si possono visualizzare le distanze, le eventuali intersezioni ed i contatti fra le due arcate durante un movimento reale. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata del movimento 4D.


Maestro3d.dental.studio.motion4d2.png


  • 1 - Importa un nuovo file di movimento 4D;
  • 2 - Mostra l'animazione;
  • 3 - Strumenti per la visualizzazione delle intersezioni e contatti;
  • 4 - Cambia i vari step del movimento;
  • 5 - Lista dei movimenti registrati;


Sezioni


Maestro3d.dental.studio.section1.png


Per effettuare l'analisi delle sezioni premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Con questa funzione è possibile scegliere un piano, muoverlo sui modelli 3D e visualizzare, misurare la sezione in 2D / 3D. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata delle sezioni.


Maestro3d.dental.studio.section2.png


  • 1 - Cambia tipi piano e muove il piano;
  • 2 - Cambia la transparenza dei modelli 3D;
  • 3 - Salva il piano e la misura corrente;


Nella parte destra dello schermo è visualizzata la sezione in 2D. Per effettuare una misura, fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse per aggiungere un punto di controllo.


CONSIGLIO: durante questa fase è possible cambiare i modelli di transizione dall'apposito menù a tendina per valutare attraverso le sezioni, eventuali collisioni durante l'evoluzione del trattamento;


Misure mesio-distali e calcolo dell'analisi di Bolton


Maestro3d.dental.studio.mesio.distal1.png


Per effettuare l'analisi delle misure mesio distali premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Con questa funzione è possibile definire per ogni dente la misura mesio distale. Questa procedura è molto importante ed è necessaria al fine di procedere alla segmentazione dei denti per effettuare poi il setup virtuale. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata delle misure mesio distali.


Maestro3d.dental.studio.mesio.distal2.png


Si consiglia di procedere con la misurazione partendo dal primo dente nell'ordine classico (dente 18 per l'arcata superiore, dente 48 per l'arcata inferiore). Per aggiungere una misura mesio distale è sufficiente fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse nel punto in cui si vuole aggiungere la misura. Il primo punto della misura può essere nella parte mesiale oppure distale. Dopo aver aggiunto il secondo punto, comparirà sul dente la linea mesio distale e una freccia azzurra. La freccia azzurra indicherà la direzione linguale. A questo punto sulla parte sinistra dello schermo comparirà un nuovo menù a tendina relativo al dente preso in esame, vedere il punto 1 dell'immagine sopra. Il menù a tendina indicherà il numero del dente e la misura. Se la numerazione del dente è sbagliata (nel caso ad esempio di denti mancanti), è sufficiente aprire il menù e scegliere il numero corretto. Nel menù a tendina è presente anche una voce per cancellare la misura del dente.


  • 1 - Menù a tendina che indica il numero del dente e la misura;
  • 2 - Sezione 2D del dente preso in esame. È possibile modificare i punti della misura muovendoli direttamente sulla sezione 2D;
  • 3 - Misura dell'analisi di Bolton;


Prestare attenzione durante il posizionamento degli estremi della misura. I punti del segmento mesio distale verranno utilizzati dalla funzione che separa i denti automaticamente. Per questo motivo è importate che tali punti siano collocati nella parte mesio distale del dente che indica la transizione fra un dente e l'altro. Si veda l'immagine sottostante che mostra due posizionamenti della misura per lo stesso dente, l'immagine 1 mostra il posizionamento non corretto, mentre l'immagine 2 mostra il posizionamento corretto.


Maestro3d.dental.studio.mesio.distal3.png


Prestare anche attenzione alla numerazione dei denti, perchè tale associazione fra dente e numero verrà utilizzata in tutte le fasi successive della lavorazione ed anche nei report.


CONSIGLIO: facendo un click con la rotella del mouse sul modello 3D, si sposta il centro di rotazione della camera in quel punto. Questo facilita l'ispezione del modello 3D;


Lunghezza arcata


Maestro3d.dental.studio.arch.length1.png


Per calcolare la lunghezza dell'arcata premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Con questa funzione è possibile definire tre o più punti per definire la misura dell'arcata. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata delle misura della lunghezza dell'arcata.


Maestro3d.dental.studio.arch.length2.png


Questa curva potrà essere utilizzata anche nella funzione delle sezioni, in modo da identificare piani di sezioni perpendicolari a questa curva.


Misure libere


Maestro3d.dental.studio.free.measures1.png


Per calcolare la distanza fra due punti oppure un angolo premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Con questa funzione è possibile misurare distanze e angoli e rinominare le misure rilevate. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata delle misure libere.


Maestro3d.dental.studio.free.measures2.png


Per aggiungere un estremo della distanza è sufficiente fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse sul modello 3D.


  • 1 - Tipo di misura: distanza o angolo e scelta dell'unità di misura;
  • 2 - Lista delle misure rilevate; È possibile rinominare le misure selezionando l'elemento e facendo un click con il pulsante sinistro del mouse;
  • 3 - Cancella tutte le misure;
  • 4 - Visualizza / nasconde i fumetti nella schermata principale di editing;
  • 5 - Cancella la misura selezionata;


Comparazione 3D


Maestro3d.dental.studio.3D.compare1.png


Per utilizzare la funzione di comparazione 3D premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Con questa funzione è possibile fare la comparazione di due arcate dentali ad esempio può essere utile per verificare i progressi del trattamento, comprando un'impronta dentale presa a metà trattamento con il relativo modello virtuale. Di seguito si può vedere come si presenta la schermata della comparazione 3D.


Maestro3d.dental.studio.3D.compare2.png


La schermata, come si può vedere dall'immagine sopra è divisa in due parti. A sinistra dobbiamo selezionare il modello 3D di riferimento e a destra il modello 3D da comparare.


  • 1 - Lista dei modelli virtuali di transizione precedentemente creati;
  • 2 - Carica un file da disco;


Si veda nell' immagine sottostante la schermata successiva a cui si accede premendo Avanti. Tale schermata mostra la comparazione fra i modelli 3D selezionati al passo precedente. Una mappa di colori indica le distanze fra il modello di riferimento ed il modello di test.


Maestro3d.dental.studio.3D.compare3.png


  • 1 - Modifica la trasparenza dei modelli 3D visualizzati;
  • 2 - Cambia l'intervallo dei valori di comparazione;
  • 3 - Visualizza / nasconde la mappa di colori;


Setup virtuale

Segmentazione dei denti


Maestro3d.dental.studio.segmentation1.png


La fase di segmentazione dei denti è una fase preliminare al setup virtuale. Come mostra l'immagine sopra la segmentazione dei denti è divisa in 3 step:


  • 1 - Linea di taglio singola per ogni dente;
  • 2 - Linea di taglio globale;
  • 3 - Sistema di riferimento dentale;



Segmentazione dei denti - linea di taglio singola


Prima di poter procedere alla prima fase della segmentazione è necessario aver eseguito la misura mesio distale di ogni dente. L'immagine successiva mostra come si presenta la schermata della segmentazione dei denti.


Maestro3d.dental.studio.segmentation2.png


Se la misura mesio distale è stata correttamente eseguita, il software automaticamente suggerirà la linea di taglio lungo il margine del dente. Per aggiungere o eliminare un punto di controllo alla linea di taglio suggerita, è sufficiente fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse. Per spostare un punto della linea trascinarlo tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse.


Se si preme il tasto SHIFT della tastiera, il software mostrerà gli estremi della misura mesio distale a partire dalla quale è stata calcolata la linea di margine. Per modificare questi estremi, tenere premuto il tasto SHIFT e il pulsante sinistro del mouse. Una volta modificati tali estremi la linea di margine verrà ricalcolata automaticamente.


  • 1 - Cancella la linea corrente, annulla / ripeti ultima operazione;
  • 2 - Cambia la vista della camera rispetto al dente; premere sulle frecce per cambiare la vista della camera;
  • 3 - Procedi al dente successivo, torna al dente precedente, annulla e torna alla schermata principale;


Segmentazione dei denti - linea di taglio globale


Maestro3d.dental.studio.segmentation3.png


Lo step successivo, come mostrato nell'immagine sottostante, analizza tutte le singole linee di taglio effettuate sui denti e le unisce a seconda della distanza fra le linee. Il parametro di unione che appare nella parte alta, sulla sinistra della schermata, indica la distanza sotto la quale le singole linee di taglio dei denti verranno unite. Di seguito un esempio che mostra il risultato applicando un valore di 1.0 mm (immagine a sinistra) e un valore di 0.5 mm immagine a destra.


Ortho.studio.cutting.line.join.png


CONSIGLI:

  • Per aggiungere un punto fra due punti consecutivi, fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse vicino alla linea che unisce i due punti;
  • Per rimuovere un punto, fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse sopra il punto stesso;
  • Per muovere un punto, tenere premuto il pulsante sinistro del mouse sopra al punto stesso e trascinarlo;
  • Cliccare con il tasto centrale del mouse per cambiare il punto di rotazione della trackball;


Segmentazione dei denti - sistema di riferimento dentale


Maestro3d.dental.studio.segmentation4.png


L'immagine sopra mostra la schermata relativa al cambio del sistema di riferimento dei denti. Questa fase è molto importante per eseguire un corretto setup virtuale. La freccia rossa indica l'asse occlusale, la freccia blu indica l'asse linguale mentre il cerchietto celeste indica il centro di rotazione. Per cambiare l'origine di ogni dente, fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse sopra il dente e utilizzare il manipolatore per cambiare il sistema di riferimento. Quando si muove il manipolatore anche la radice virtuale cambia direzione.


Maestro3d.dental.studio.segmentation5.png


La parte in alto a destra, dell'immagine sopra, punto 1, permette di spostare la camera nelle varie direzioni del dente. Cliccando sul dente si potrà visualizzare soltanto il dente selezionato per lavorare più comodamente. Usare il toolbox a sinistra dello schermo per cambiare la dimensione della radice. Si veda l'immagine sottostante:


Maestro3d.dental.studio.segmentation.local.origo.toolbox.png


  • 1 - Cambia la trasparenza dei denti e della gengiva;
  • 2 - Seleziona il dente desiderato;
  • 3 - Cambia la lunghezza della radice virtuale;
  • 4 - Cambia il centro di rotazione del dente espresso come percentuale dell'altezza della corona o della radice;
  • 5 - Ricalcola tutti gli assi in automatico (annulla tutte le modifiche effettuate);
  • 6 - Applica a tutti i denti le impostazioni relative alla lunghezza della radice e al centro di rotazione;
  • 7 - Importa radici reali da CBCT;
  • 8 - Cancella le radici reali;


Maestro3d.dental.studio.segmentation6.png


Utilizzare le radici reali, se si possiedono, è molto importante per avere l'informazioni esatte relative agli assi dei denti e alla reale posizione delle radici. In questo caso il software combina la corona scansionata con la radice reale, ottenendo un modello 3D finale accurato e dettagliato per procedere alle fasi successive. L'immagine di sopra mostra un esempio di corone scansionate unite con le radici reali. Il processo è molto veloce e totalmente automatico.


Setup virtuale


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup1.png


  • 1 - Setup virtuale;
  • 2 - Attachment designer, aggiunge nuovi attachment alla libreria;


Durante il setup virtuale, è possibile traslare e ruotare i denti, per ottenere la posizione finale desiderata. Per selezionare un dente, fare un click con il pulsante sinistro del mouse sul dente da selezionare. Quando un dente è selezionato viene evidenziato dal colore azzurro. E' possibile selezionare più denti alla volta tenendo premuto il tasto CTRL. L'immagine sottostante mostra una schermata del setup virtuale.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup2.png


CONSIGLI:

  • tenere premuto il tasto SHIFT + trascinare con il pulsante sinistro del mouse per traslare il dente selezionato rispetto alla vista corrente;
  • tenere premuto il tasto CTRL + trascinare con il pulsante sinistro del mouse per ruotare il dente rispetto alla vista corrente;
  • tenere premuto il tasto CTRL + cliccare con il tasto sinistro del mouse per effettuare la multi selezione;
  • cliccare con il tasto centrale del mouse per cambiare il punto di rotazione della trackball;




Layers


I layers sono degli steps che permettono di lavorare con gruppi di denti differenti in differenti periodi, esempio:

possiamo muovere i denti posteriori e costruire layer1;

successivamente possiamo muovere i denti anteriori e costruire un secondo layer, layer2;


Ortho.studio.virtual.setup2.png


In questo modo il software costruirà un set di modelli virtuali, così costituito:


Modello originale
modello virtuale (1) mascherina invisibile 1
modello virtuale (2) mascherina invisibile 2
... ...
Layer1 mascherina invisibile L1
modello virtuale (k) mascherina invisibile k
modello virtuale (k+1) mascherina invisibile k+1
Layer2 mascherina invisibile L2


In questo modo il primo gruppo di allineatori non muoverà i denti anteriori ma soltanto quelli posteriori. Soltanto dopo alcune settimane, quando si inizierà ad usare il secondo gruppo di allineatori si muoveranno anche i denti anteriori. Questo esempio mostra le potenzialità dei layer. Individuare correttamente i layer giusti nel trattamento aiuta molto la riuscita della stesso.


Ortho.studio.virtual.setup.layers.png


In qualunque momento è possibile selezionare un qualsiasi layer per modificarlo.



Toolbox Principale


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.main.toolbox.png


  • 1) Setup Virtuale;
  • 2) IPR (riduzione interprossimale dei denti);
  • 3) Nuovo / importa / esporta progetto; divido lo schermo; mostra / nascondi manipolatore;
  • 4) Cambia la trasparenza dei denti / gengiva / osso, (superiore);
  • 5) Cambia la trasparenza dei denti (posizione originale);
  • 6) Cambia la trasparenza dei denti / gengiva / osso, (inferiore);


Panoramica del movimento


Con questo toolbox è possibile selezionare un dente dall'apposito menu a tendina ed accedere a tutti gli spostamenti che si possono effettuare sul singolo dente.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.movement.overview.toolbox.png


  • 1) Lista di tutti i denti;
  • 2) Resetta la posizione del dente selezionato;
  • 3) Estrai / ripristina il dente selezionato;
  • 4) Movimenti nelle direzioni canoniche dei denti. Le rotazioni sono espresse in gradi e le traslazioni sono espresse in millimetri. Affinchè i valori impostati abbiano senso è necessario aver opportunamente settato il sistema di riferimento per ogni dente;
  • 5) Valori di intersezione del dente;
  • 6) Valori dell'IPR del dente;
  • 7) Altezze del dente;


IPR - Riduzione interprossimale


La riduzione interprossimale (IPR), anche conosciuta come stripping, è utilizzata quando i denti sono sovraffollati e in questi casi si eliminano piccole porzioni di dente al fine di creare spazio. Durante la fase di setup, è possibile attivare l'IPR premendo con il tasto destro del mouse sul dente selezionato. Un popup menu si attiverà e sarà possibile scegliere con quale dente vicino effettuare lo stripping. Si veda l'immagine seguente.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.IPR1.png


Una lama apparirà tra i denti selezionati e dagli appositi strumenti sulla sinistra dello schermo sarà possibile cambiare la dimensione, spostare la lama, etc.. L'immagine seguente mostra la fase dell'IPR con la lama fra i due denti e a destra il risultato dopo il taglio.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.IPR2.png


Nella sezione relativa all'IPR, sulla sinistra dello schermo, (vedere l'immagine sottostante), si può selezionare lo spessore della lama in millimetri, decidere se il taglio deve essere applicato ad entrambi i denti oppure ad un solo dente, etc. Per effettuare l'operazione di stripping è sufficiente premere il pulsante Ipr32.png.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.IPR.toolbox.png


  • 1) Scheda del setup virtuale;
  • 2) Scheda dell'IPR;
  • 3) Seleziona / deseleziona il dente sul quale verrà applicato lo stripping;
  • 4) Spessore della lama;
  • 5) Strumenti:
    • annulla operazione oppure premere il tasto ESC sulla tastiera;
    • effettua IPR;
    • resetta la posizione del manipolatore;
    • mostra / nascondi manipolatore;


Bisogna considerare che l'IPR verrà sempre applicato ai denti nella posizione iniziale relativa al layer corrente, questo perchè nella pratica il taglio può essere fatto soltanto prima di mettere una mascherina invisibile, perchè è necessario avere la posizione certa dei denti. Nel caso in cui si siano già spostati i denti, prima di applicare l'IPR il software porterà temporaneamente i denti nella posizione iniziale e dopo il taglio riporterà i denti nella posizione precedente (quella scelta dall'utente).

Si consideri inoltre che il piano di taglio viene calcolato automaticamente. Se si sceglie di fare 1 mm di stripping fra due denti, esempio 22-23, 0,5 mm saranno applicati al dente 22 e 0,5 mm saranno applicati al dente 23. Altrimenti utilizzare il manipolatore per cambiare la posizione del taglio.


Arcata Ideale


Con questo toolbox è possibile mostrare un'arcata ideale nell'area di editing. Tale toolbox può essere utilizzato come guida visiva per muovere i denti.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.ideal.arch.toolbox.png


  • 1) Mostra / nascondi l'arcata ideale;
  • 2) Lista degli archi ideali disponibili. Per aggiungere una nuova arcata:
    • aggiungere nuove immagini come file .png a 32 bit con canale alpha (se si vuole usare la trasparenza) nella sottocartella idealarch che si trova nella cartella di installazione del software;
  • 3) Ruota, scala, trasla l'arcata ideale per posizionare correttamente l'arcata ideale;


Di seguito un esempio di arcata ideale mostrata sovrapposta all'arcata dentale.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.ideal.arch.png


In questo modo ogni utente è libero di importare, visualizzare ed usare come guida una qualunque immagine, contente un'arcata ideale, una curva, etc.


Attacchi


Con questo toolbox è possibile aggiungere uno o più attacchi sopra i denti, gestirne la forma, lo spessore, etc.. Gli attacchi sono utili perché rappresentano degli ancoraggi con i quali la mascherina trasparente può esercitare una maggiore trazione.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.attachment.toolbox.png


  • 1) Scheda attacchi;
  • 2) Scheda etichette;
  • 3) mostra / nascondi manipolatore.
  • 4) Aggiunge un nuovo attacco. Tenere premuto il tasto della tastiera SHIFT e fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse sopra il dente nel punto dove si vuol aggiungere l'attacco;
  • 5) Rimuove l'attacco selezionato;
  • 6) Dimensioni / spessore / inclinazione dell'attacco;
  • 7) Salva le dimensioni come default per l'attacco selezionato;
  • 8) Carica ed imposta le dimensioni di default per l'attacco selezionato;
  • 9) Imposta l'attacco come negativo. Questo permette di creare degli attacchi che entrano dentro il dente;


Di seguito un esempio di un attacco negativo.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.negative.attachment.png


Di seguito un'immagine del manipolatore che permette di modificare l'attacco.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.attachment.sample.png


CONSIGLI:

  • posizionare l'attacco nella posizione desiderata ed effettuare la rotazione dell'attacco tramite manipolatore come ultima operazione;
  • usare i tasti freccia della tastiera per spostare l'attacco sopra il dente;
  • usare SHIFT + i tasti freccia per fare spostamenti più grandi;
  • usare CTRL + i tasti freccia sinistra / destra per ruotare;
  • usare CTRL + i tasti freccia sopra / sotto per inclinare;
  • premere CANC per eliminare l'attacco;


Attacchi menù contestuale


Per attivare il menù contestuale degli attacchi è sufficiente fare un click con il pulsante destro del mouse sopra un attacco.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.attachment.menu.png


Attraverso questo menù si può accedere alle funzionalità relative all'attacco selezionato.

  • Copia l'attacco selezionato;
  • Incolla un attacco precedentemente copiato. In questo modo l'attacco selezionato prenderà forma, dimensione e posizione del precedente attacco copiato;
  • Cancella l'attacco selezionato;


Etichette


Con questa funzione si possono aggiungere delle etichette 3D sopra i modelli virtuali. Si può aggiungere del testo e / o numeri sopra i denti oppure sopra la gengiva. Questo è molto utile per identificare i modelli 3D dopo la stampa.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.label.toolbox.png


  • 1) Scheda attacchi;
  • 2) Scheda etichette;
  • 3) Mostra / nascondi manipolatore;
  • 4) Aggiunge una nuova etichetta. Per aggiungere la nuova etichetta tenere premuto il tasto SHIFT e fare doppio click con il tasto sinistro del mouse sopra un dente o sopra la gengiva;
  • 5) Prefisso dell'etichetta, esempio: le iniziali del nome del paziente;
  • 6) Rimuove l'etichetta selezionata;
  • 7) Etichette negative; Mostra / nascondi numerazione automatica;
  • 8) Spessore dell'etichetta;


Di seguito un esempio di etichetta negativa.


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.negative.label.png


Di seguito un esempio di etichetta positiva.


Label.designer3.png


La scritta 123 verrà rimpiazzata automaticamente con la numerazione corretta in fase di costruzione dei modelli virtuali.


Menù contestuale del setup virtuale


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.menu.png


Per attivare il menù contestuale basta fare un click sullo schermo (fuori dai modelli 3D), con il tasto destro del mouse. Le voci del menù consentono di accedere alle seguenti funzionalità:


  • 1 - Resetta la posizione di tutti i denti di entrambe le arcate;
  • 2 - Sotto menù delle due arcate;
  • 3 - Resetta la posizione dei denti dell'arcata selezionata;
  • 4 - Ripristina tutti gli attacchi dell'arcata selezionata come al layer precedente;
  • 5 - Imposta gli attacchi dell'arcata selezionata per tutti i layer;
  • 6 - Cancella tutti gli attacchi dell'arcata selezionata;


Menù contestuale del dente


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup.tooth.menu.png


Per attivare il menù contestuale del dente basta fare un click sul dente con il tasto destro del mouse. Le voci del menù consentono di accedere alle seguenti funzionalità:


  • 1 - Resetta la posizione del dente;
  • 2 - Estrae il dente;
  • 3 - Incolla un attacco precedentemente copiato;
  • 4 - Ripristina gli attacchi come al layer precedente. Imposta gli attacchi per tutti i layer;
  • 5 - Attiva l'IPR;
  • 6 - Annulla l'IPR;
  • 7 - Salva il dente;


Attachment designer


Maestro3d.dental.studio.virtual.setup1.png


Come mostrato nell'immagine sopra, premere il pulsante 2 per accedere alla funzionalità che permette di aggiungere nuovi attacchi alla libreria. Di seguito un'immagine che mostra la schermata principale.


Maestro3d.dental.studio.attachment.designer1.png


In questa prima fase, è necessario importare un file STL, (chiuso, con una buona triangolazione, senza maniglie, senza tunnel, etc.), e selezionare la base dell'attacco che dovrà unirsi alla superficie dei denti;


  • 1 - Importa un file STL;
  • 2 - Cancella la selezione;
  • 3 - Cambia la sensibilità della selezione;
  • 4 - Passa alla schermata successiva;


Per selezionare la base dell'attacco, tenere premuto il tasto SHIFT della tastiera e trascinare tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse sopra l'attacco. L'area selezionata verrà colorata di rosso. L'immagine successiva mostra la seconda fase del processo di importazione.


Maestro3d.dental.studio.attachment.designer2.png


In questa fase, è necessario dare un nome all'attacco e orientarlo secondo la direzione gengivale.


  • 1 - Nome dell'attacco;
  • 2 - Ruota;
  • 3 - Salva attacco nella libreria e torna alla schermata principale;


Brackets


Maestro3d.dental.studio.brackets1.png


  • 1 - Posizionamento brackets;
  • 2 - Brackets designer, aggiunge nuovi brackets alla libreria;


Durante il posizionamento brackets, è possibile scegliere con quali brackets si desidera lavorare ed è possibile posizionare questi brackets sopra i denti in modalità manuale o automatica. L'immagine sottostante mostra una schermata del posizionamento dei brackets.


Maestro3d.dental.studio.brackets2.png


Di seguito un'immagine che mostra i principali strumenti:


Maestro3d.dental.studio.brackets.toolbox.png


  • 1 - Mostra / nascondi manipolatore;
  • 2 - Lista delle marche e modelli dei brackets disponibili;
  • 3 - Cambia le inclinazioni del brackets;
  • 4 - Aggiunge un nuovo bracket. Tenere premuto il tasto della tastiera SHIFT e fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse sopra il dente nel punto dove si vuol aggiungere il bracket;
  • 5 - Posizionamento automatico;
  • 6 - Mostra / nascondi la scheda di posizionamento;
  • 7 - Elimina il bracket selezionato;


Nel caso in cui si scelga il posizionamento automatico, come mostra l'immagine sottostante, è possibile selezionare alcune opzioni:


Maestro3d.dental.studio.brackets3.png


  • 1 - Tecnica: (Step, Roth, Wick Alexander, Dwight Damon, MBT, Andrews, ...);
  • 2 - Direzione: linguale / vestibolare;
  • 3 - Esclude / include i denti per il calcolo della media;
  • 4 - Procede al posizionamento;


Al termine del posizionamento, il software mostra una scheda riassuntiva, (si veda l'immagine sottostante), in cui è indicata la posizione dei brackets in funzione della tecnica selezionata precedentemente.


Maestro3d.dental.studio.brackets4.png


È importante ricordare che, affinché il software esegua un corretto posizionamento, devono essere stati settati in maniera adeguati gli assi dei denti. Dopo il posizionamento automatico è sempre possibile modificare la posizione del bracket attraverso il manipolatore come mostra l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.brackets5.png



Brackets designer


Maestro3d.dental.studio.brackets1.png


Per attivare il brackets designer, premere il pulsante 2. Con questa funzione è possibile aggiungere alla libreria nuovi brackets.


L'immagine sottostante mostra la prima schermata del brackets designer.


Maestro3d.dental.studio.brackets.designer1.png


In questa prima fase, è necessario importare un file STL, (chiuso, con una buona triangolazione, senza maniglie, senza tunnel, etc.), per il brackets ed eventualmente per il jig e selezionare la base del brackets che dovrà unirsi alla superficie dei denti;


  • 1 - Importa il brackets, il Jig e una geometria ausiliaria per il jig;
  • 2 - Cambia la sensibilità della selezione;
  • 3 - Procedi alla schermata successiva;


Per selezionare la base del bracket, tenere premuto il tasto SHIFT della tastiera e trascinare tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse sopra il bracket. L'area selezionata verrà colorata di rosso. L'immagine successiva mostra la seconda fase del processo di importazione.


Maestro3d.dental.studio.brackets.designer2.png


In questa fase, è necessario dare un nome al bracket e orientarlo secondo la direzione gengivale.


  • 1 - Nome marca e modello del bracket;
  • 2 - Ruota;
  • 3 - Salva brackets nella libreria;


Costruzione dei Modelli


Maestro3d.dental.studio.models.builder1.png


Per procedere alla costruzione dei modelli virtuali, dopo aver eseguito un setup virtuale, preme il pulsante 1 come indicato nell'immagine sopra. Nella sinistra dello schermo compare un albero con tutti i layers. Ogni due layers c'è un elemento che indica i modelli di transizione. Selezionando questa voce si può scegliere la quantità di spostamento dei denti per ogni modello virtuale.


Di seguito l'immagine mostra la schermata principale della funzione di costruzione dei modelli:


Maestro3d.dental.studio.models.builder2.png


  • 1 - Lista delle configurazioni disponibili. Le configurazioni contengono i vincoli di rotazione e spostamento che influenzano il numero finale di mascherine invisibili. L'utente può aggiungere nuove configurazioni in funzione delle proprietà fisiche e meccaniche del tipo di materiale con il quale realizzerà la mascherina invisibile. È possibile aggiungere nuove configurazioni attraverso le impostazioni dal menù di configurazione generale;
  • 2 - Lista dei layers. fra un layer e l'altro ci sono i modelli di transizione. Selezionare questa voce per settare i vincoli di movimento;
  • 3 - Vincoli di movimento, espressi in gradi per le rotazioni e in millimetri per gli spostamenti;
  • 4 - Procedere alla costruzione dei modelli virtuali;


In dettaglio:


Maestro3d.dental.studio.models.builder3.png


  • 1 - Inizio e fine movimento, da layer(n) a layer(n+1). In questo esempio: da Upper Jaw a Layer1;
  • 2 - Massima rotazione desiderata secondo gli assi canonici, (Tip, Rotazione, Torque), dei denti per ogni modello virtuale. L'unità di misura è espressa in gradi;
  • 3 - Massimo spostamento desiderato secondo gli assi canonici, (Buccale-Linguale, Estrusione-Intrusione, Mesiale-Distale), dei denti per ogni modello virtuale. L'unità di misura è espressa in millimetri;
  • 4 - Massimo spostamento desiderato e assoluto dei denti per ogni modello virtuale. L'unità di misura è espressa in millimetri;
  • 5 - Numero dei modelli virtuali che verranno generati. L'etichetta indica anche se verrà generato un modello template per il posizionamento degli attacchi / brackets;


CONSIGLI:

  • Affinché i valori impostati al punto 2 e al punto 3 siano sensati, è necessario aver opportunamente settato gli assi per ogni dente;
  • Cambiando un qualsiasi valore al punto 2, 3, 4 e 5, automaticamente verranno ricalcolati tutti gli altri;


Mascherine invisibili


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.toolbar.png


  • 1 - Mascherine invisibili;
  • 2 - Mascherina invisibile per il posizionamento dei brackets;
  • 3 - Mascherina invisibile per il posizionamento dei brackets utilizzando i jig;


Per costruire le mascherine virtuali, premere il pulsante 1. Di seguito l'immagine mostra la schermata principale della funzione che crea le mascherine invisibili.


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner1.png


Il primo passo è quello di definire una linea di taglio per rimuovere l'area dei modelli non necessaria. Per definire la linea di taglio usare la combinazione, tasto SHIFT della tastiera e il pulsante sinistro del mouse. La linea di taglio deve percorrere tutto il profilo del modello 3D, non deve auto intersecarsi e non deve passare troppo vicina alla linea di margine dei denti. Durante questa fase è possibile cambiare il modello virtuale visualizzato (dal menù a tendina in alto), per valutare se la linea di taglio passa nei punti desiderati su tutti i modelli virtuali.


Si può notare che sul modello è presente una mappa di colori. Questa rappresenta le aree in sottosquadro che cambieranno in funzione della direzione di inserzione.


CONSIGLIO:

  • premere il tasto SHIFT + click con il tasto sinistro del mouse per aggiungere un punto alla linea di taglio;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto sinistro del mouse per disegnare la linea in continuo;
  • premere il tasto SHIFT + click con il tasto sinistro del mouse su di un punto della linea per rimuoverlo;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto sinistro del mouse su di un punto della linea per spostarlo;


Come si può notare dall'immagine sopra, la linea di taglio in verde divide l'arcata dentale in due parti. Prestare attenzione alla freccia blu che indica un punto. Il punto, che può essere spostato con la combinazione tasto CTRL + tasto sinistro del mouse, sta ad indicare la parte del modello che sarà utilizzata per la costruzione della mascherina invisibile. Prestare quindi attenzione al fatto che la freccia blu deve indicare un punto che si trovi all'interno della selezione definita dalla linea di taglio.


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.toolbox.png


  • 1 - Imposta la direzione di inserzione rispetto alla vista. Cancella linea di taglio, annulla / ripeti operazione;
  • 2 - Rimuove i sottosquadri;
  • 3 - Tipo di costruzione della mascherina invisibile;
  • 4 - Spessore della mascherina invisibile;
  • 5 - Scostamento dall'arcata dentale;
  • 6 - Scostamento dalle componenti ausiliarie come attacchi ed etichette;
  • 7 - Raggio della fresa. Nel caso in cui si decida di realizzare le mascherine attraverso una macchina fresatrice è importante impostare nel software il raggio minimo dell'utensile per permetterne la realizzazione;
  • 8 - Applica la costruzione della mascherina soltanto al modello selezionato oppure a tutti i modelli di transizione;
  • 9 - Nel caso in cui si scelga di costruire la mascherina per tutti i modelli di transizione, si può scegliere se crearla anche per il modello scansionato e / o anche per il modello con i denti segmentati;


Di seguito un esempio di una mascherina invisibile.


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner2.png


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner3.png



Mascherina invisibile - brackets template - (brackets tray)


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.toolbar.png


Per costruire la mascherina invisibile per il trasferimento dei brackets nella bocca del paziente, premere il pulsante 2. Di seguito l'immagine mostra la schermata principale della funzione che crea il brackets template.


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.brackets.template1.png


Il procedimento è identico al punto precedente. Definire una linea di taglio, muovere il punto indicato dalla freccia blu in modo che stia dentro alla selezione definita dalla linea di taglio, definire i parametri e costruire la mascherina che permetterà il trasferimento dei brackets nella bocca del paziente.

Si noti il punto 1 nell'immagine sopra. Questo permette di scegliere, se selezionato, di lasciare un buco al posto della base d'appoggio del bracket. In questo modo abbiamo due modi per trasferire i brackets, si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.brackets.template2.png


Mascherina invisibile - jig template - (transfer bite)


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.toolbar.png


Per costruire la mascherina invisibile per il trasferimento dei brackets dotati di jig, nella bocca del paziente, premere il pulsante 3. Di seguito l'immagine mostra la schermata principale della funzione che crea il jig template, (transfer bite).


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.jig.template1.png


Il procedimento è identico al punto precedente. Definire una linea di taglio, muovere il punto indicato dalla freccia blu in modo che stia dentro alla selezione definita dalla linea di taglio, definire i parametri e costruire la mascherina che permetterà il trasferimento dei brackets dotati di jig nella bocca del paziente.


Prestare attenzione alla linea di taglio. Affinché questa procedura per il posizionamento dei brackets funzioni è importante che la linea di taglio passi sopra i brackets in modo che questi non siano toccati dalla mascherina che andremo a creare, si veda un dettaglio della linea nell'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.jig.template2.png


Di seguito un esempio del risultato. In questo caso la mascherina trasparente prodotta è idonea per ospitare i jig ai quali si innesteranno i relativi brackets.


Maestro3d.dental.studio.clear.aligner.jig.template3.png


Taglia e chiudi


Maestro3d.dental.studio.cut.close.toolbar.png


  • 1 - Taglia e chiudi con una linea di taglio;
  • 2 - Taglia e chiudi con un piano;


Questa funzione è stata creata per rimuovere dai modelli virtuali tutta la superficie non necessaria alla costruzione degli allineatori invisibili. Questo permette di risparmiare materiale di stampa.


Taglia e chiudi con una linea di taglio


Per utilizzare la funzione taglia e chiudi con la linea di taglio, premere il pulsante 1. Di seguito l'immagine mostra la schermata principale della funzione.


Maestro3d.dental.studio.cut.close.polyline1.png


CONSIGLIO:

  • premere il tasto SHIFT + click con il tasto sinistro del mouse per aggiungere un punto alla linea di taglio;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto sinistro del mouse per disegnare la linea in continuo;
  • premere il tasto SHIFT + click con il tasto sinistro del mouse su di un punto della linea per rimuoverlo;
  • tenere premuto il tasto SHIFT + il tasto sinistro del mouse su di un punto della linea per spostarlo;

Taglia e chiudi con un piano


Per utilizzare la funzione taglia e chiudi con un piano, premere il pulsante 2. Di seguito l'immagine mostra la schermata principale della funzione.


Maestro3d.dental.studio.cut.close.plane1.png


Ruotare il piano con il cerchio verde e traslare il piano con la freccia rossa. Nell'immagine sottostante si veda un esempio del modello originale, (sinistra), ed il modello tagliato, (destra). Il modello tagliato è chiuso ed è quindi pronto per la stampa.


Maestro3d.dental.studio.cut.close.png


Esportazione


Maestro3d.dental.studio.export.toolbar.png


  • 1 - Esporta i file;
  • 2 - Esporta report PDF;
  • 3 - Esporta report XLS;



Esportazione dei file


Maestro3d.dental.studio.export.toolbar.png


Premere il pulsante 1 per esportare i file. L'immagine successiva mostra le opzioni di esportazione.


Maestro3d.dental.studio.export.window.png


  • 1 - Selezionare quali componenti andranno a comporre il prefisso del nome file, si veda anche il punto 3;
  • 2 - Selezionare se si vuol esportare i file relativi all'arcata superiore / inferiore o entrambe;
  • 3 - Prefisso nome dei file;
  • 4 - Selezionare se esportare l'arcata con i denti segmentati e / o i modelli di transizione;
  • 5 - Opzioni relative ai componenti da esportare;
  • 6 - Sistema di riferimento dei modelli esportati;
  • 7 - Tipo di file: STL, PLY, ZIP-STL, ZIP-PLY;
  • 8 - Unione dei componenti. Questa opzione è utile per la stampa 3D, in quanto, se selezionata, il file in uscita sarà un componente unico;


Esportazione del report PDF


Maestro3d.dental.studio.export.toolbar.png


Premere il pulsante 2 per esportare il report PDF. L'immagine successiva mostra le opzioni di esportazione.


Maestro3d.dental.studio.export.pdf.window.png


  • 1 - Selezionare se si vuol esportare i file relativi all'arcata superiore / inferiore o entrambe;
  • 2 - Esportare le misure mesio distali e relative alla lunghezza dell'arcata;
  • 3 - Esportare le misure libere;
  • 4 - Esportare la tabella relativa alla panoramica del movimento dei denti;
  • 5 - Esportare le informazioni relative al posizionamento dei brackets;
  • 6 - Esportare le informazioni relative ai modelli di transizione;
  • 7 - Esportare tutto il progresso temporale del trattamento;
  • 8 - Esportare le note;
  • 9 - Esportare nel PDF i modelli 3D della situazione iniziale e finale. Deve essere attivo il modulo del PDF3D per utilizzare questa funzione;



Restauro dentale / Dental CAD


Questo modulo consente di effettuare ricostruzione di protesi nell'ambito del restauro dentale. Permette quindi di disegnare e creare cappette singole, ponti fino a 16 elementi, anatomie personalizzate, etc. I file prodotti dal software sono aperti e pienamente compatibili con tutti i fresatori dentali.

La facilità di utilizzo legata alla precisione e velocità di elaborazione permette di ottenere ottimi risultati nelle mani di un principiante e diventa uno strumento molto potente nelle mani di un esperto.


Individuazione della linea di preparazione / margine del dente


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.marginline.toolbar.png


Per attivare lo step indicato, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra.


L'individuazione della linea di preparazione o linea di margine è la prima fase preliminare a tutto il processo di costruzione della protesi. Questa fase è molto importante perché serve ad individuare il bordo del dente sul quale si andrà ad unire la protesi. Di seguito si veda un esempio della schermata principale.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.marginline1.png


Per individuare la linea di preparazione tenere premuto il tasto SHIFT della tastiera e muovere il mouse in prossimità del margine del dente richiesto. Come si vede dall'immagine sopra, il software visualizzerà una sfera celeste ed un'area di interesse sempre celeste. Quando la sfera celeste sarà posizionata su di un punto della linea di margine, premere doppio click con il pulsante sinistro del mouse. Dopo questa operazione il software calcolerà automaticamente la linea di margine. Se la linea individuata con il primo punto non fosse corretta è sempre possibile aggiungere altri punti di controllo con la stessa procedura: tasto SHIFT e doppio click con il pulsante sinistro del mouse.


Quando la linea di margine viene individuata in automatico, se il moncone è separato dal resto dell'arcata, il software mostrerà solo il moncone sul quale si sta lavorando per facilitare le operazioni di modifica della linea di preparazione. Si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.marginline2.png


  • 1 - Vista in sezione del punto selezionato;
  • 2 - Cancella linea, annulla / ripeti ultima operazione;
  • 3 - Muove tutta la linea di preparazione in alto o in basso;
  • 4 - Procede al dente successivo;


CONSIGLI:

  • Per aggiungere un punto fra due punti consecutivi, fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse vicino alla linea che unisce i due punti;
  • Per rimuovere un punto, fare doppio click con il pulsante sinistro del mouse sopra il punto stesso;
  • Per muovere un punto, tenere premuto il pulsante sinistro del mouse sopra al punto stesso e trascinarlo;
  • Cliccare con il tasto centrale del mouse per cambiare il punto di rotazione della trackball;
  • Utilizzare le frecce destra e sinistra della tastiera per spostarsi tra i punti e i tasti su e giù per modificare rapidamente il punto selezionato;


Direzione di inserzione


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.insertion.direction.toolbar.png


Per attivare lo step indicato, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra.


La direzione di inserzione rappresenta la direzione in cui la protesi sarà inserita sui denti. Questa è fortemente dipendente dal tipo di macchinario che verrà utilizzato per realizzare fisicamente la protesi. La differenza sarà tra l'utilizzo di una macchina fresatrice, a 3 o 4 assi, oppure a 5 assi. Per questo motivo, è possibile scegliere un'unica direzione di inserzione per tutta la protesi oppure una direzione diversa per ogni elemento. Si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.insertion.direction.png


Come si vede nell'immagine sopra, una volta fissata la direzione di inserzione, i denti verranno colorati con una mappa di colore per evidenziare le aree in sottosquadro.


  • 1 - Fissa la vista corrente come direzione di inserzione;
  • 2 - Selezionare i denti per i quali si desidera la stessa direzione di inserzione;
  • 3 - Procede al passo successivo;


CONSIGLI: tenere premuto il tasto CTRL della tastiera e fare i click sui dente al punto 2 per fare la multi selezione;


Interfaccia


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.interface.toolbar.png


Per attivare lo step indicato, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra.


In questa fase è possibile definire l'interfaccia della protesi. L'interfaccia rappresenta la parte interna della protesi che si appoggerà sul dente, distanziata soltanto dal materiale di incollaggio. In questa fase è possibile quindi andare a definire alcuni parametri come lo spessore del materiale di incollaggio, l'inclinazione del bordo della protesi e l'eventuale rimozione di sottosquadri. Si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.interface1.png


  • 1 - Tutti i parametri relativi all'interfaccia della protesi;
  • 2 - Seleziona tutti gli elementi;
  • 3 - Deseleziona tutti gli elementi;
  • 4 - Procede al passaggio successivo;


Si veda di seguito un dettaglio dell'interfaccia.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.interface2.png


CONSIGLI: tenere premuto il tasto CTRL della tastiera e fare i click sugli elementi per fare la multi selezione;


Posizionamento delle anatomie



Maestro3d.dental.studio.dental.cad.teeth.placement.toolbar.png


Per attivare lo step indicato, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra.


Durante questa fase è possibile posizionare le anatomie complete dei denti, scelte dalla libreria, sopra agli elementi su cui abbiamo deciso di lavorare. Il software automaticamente posiziona le anatomie nella posizione più corretta possibile. Dopo sarà possibile andare a muovere, scalando, traslando e ruotando le anatomie per posizionarle correttamente. Si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.teeth.placement1.png


  • 1 - Resetta la posizione delle anatomie;
  • 2 - Divide lo schermo;
  • 3 - Mostra / nasconde manipolatore;
  • 4 - Mostra / nasconde distanze / intersezioni / contatti;


CONSIGLI:

  • tenere premuto il tasto SHIFT + trascinare con il pulsante sinistro del mouse per traslare l'anatomia selezionata rispetto alla vista corrente;
  • tenere premuto il tasto CTRL + trascinare con il pulsante sinistro del mouse per ruotare l'anatomia selezionata rispetto alla vista corrente;
  • tenere premuto il tasto CTRL + cliccare con il tasto sinistro del mouse per effettuare la multi selezione;
  • cliccare con il tasto centrale del mouse per cambiare il punto di rotazione della trackball;


Adattamento delle anatomie


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.adaption.toolbar.png


Per attivare lo step indicato, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra.


Nella fase di adattamento, le anatomie precedentemente posizionate saranno unite all'interfaccia definita negli step precedenti. In questa fase sarà possibile apportare ulteriori modifiche. Si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.adaption1.png


  • 1 - Ripete l'adattamento;
  • 2 - Distanza dell'elemento ponte dalla gengiva;
  • 3 - Strumento per lisciare la superficie, aggiungere o rimuovere materiale dalle anatomie;
  • 4 - Strumento per valutare distanze / intersezioni / contatti;


Riduzione delle anatomie


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.shrink.toolbar.png


Per attivare lo step indicato, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra.


Nella fase di riduzione, le anatomie precedentemente posizionate ed adattate saranno ridotte. In questa fase sarà possibile apportare ulteriori modifiche ed escludere dalla riduzione alcune parti per irrobustire la struttura, ad esempio con una banda linguale. Si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.shrink1.png


  • 1 - Ripete la riduzione;
  • 2 - Parametri di riduzione. È possibile avere parametri di riduzione diversi per ogni elemento oppure uguali per tutti gli elementi. Le frecce verdi indicano gli elementi selezionati;
  • 3 - Selezionare per attivare l'esclusione di alcune parti dalla riduzione;
  • 4 - Strumento per selezionare quali parti escludere dalla riduzione;


Di seguito un'immagine che mostra le anatomie dopo l'operazione di riduzione.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.shrink2.png


CONSIGLI:

  • tenere premuto il tasto SHIFT + trascinare con il pulsante sinistro del mouse per selezionare le aree da escludere;
  • tenere premuto il tasto CTRL + cliccare con il tasto sinistro del mouse per effettuare la multi selezione;
  • cliccare con il tasto centrale del mouse per cambiare il punto di rotazione della trackball;


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.shrink3.png


Allo step successivo come mostra l'immagine sopra sarà possibile utilizzare la spatola virtuale per addolcire / lisciare la superficie o aggiungere / rimuovere del materiale per apportare delle piccole modifiche.


Connettori


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.connector.toolbar.png


Per attivare lo step indicato, premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra.


Nella fase di creazione dei connettori, è possibile creare e gestire i connettori che uniscono gli elementi della nostra struttura. Si veda l'immagine sottostante.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.connector1.png


  • 1 - Ripete la creazione automatica di tutti i connettori;
  • 2 - Elimina i connettori selezionati;
  • 3 - Seleziona / deseleziona tutti; Il colore celeste scuro indica i connettori selezionati. Per selezionare più connettori tenere premuto il tasto CTRL e cliccare con il tasto sinistro del mouse;


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.connector2.png


Come si vede nell'immagine sopra, al punto 1 si può utilizzare l'albero delle parti per visualizzare / nascondere alcune parti della scena 3D. Come si può vedere ogni connettore è dotato ai bordi di punti di controllo che con il pulsante sinistro del mouse possono essere modificati e spostati a piacimento sugli elementi della nostra struttura. Come si può vedere al centro dei punti di controllo è situata una sfera più grande che permette di traslare in blocco tutto i punti di controllo del connettore.


Fusione della struttura


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.merge.toolbar.png


Per finalizzare il lavoro premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Vedere l'immagine seguente.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.merge1.png


  • 1 - Ripeti la fusione della struttura.


Di seguito si veda un esempio della struttura finita, in differenti viste.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.merge2.png


Esportazione


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.export.toolbar.png


Per esportare il lavoro premere il pulsante 1 come mostrato nell'immagine sopra. Vedere l'immagine seguente.


Maestro3d.dental.studio.dental.cad.export.win.png


  • 1 - Selezionare quali componenti andranno a comporre il prefisso del nome file, si veda anche il punto 2;
  • 2 - Prefisso nome dei file;
  • 3 - Selezionare le parti da esportare;


Registrare un video


Maestro3d.dental.studio.toolbar.video.png


  • 1 - Cattura schermo;
  • 2 - Nuovo Video;
  • 3 - Registra [F2] / pausa [F3] / stop [F4];


Per iniziare a registrare un nuovo video, premere il tasto Video.settings32.png. Il software mostrerà la seguente finestra:


Maestro3d.dental.studio.video.window.png


  • 1) Selezionare il file di output;
  • 2) Risoluzione finale del video;
  • 2) Velocità di lettura e scrittura del video;


Successivamente il software mostrerà la seguente finestra:


Maestro3d.dental.studio.video.codec.window.png


In questa finestra si dovrà selezionare il codec di compressione video da utilizzare. Tale codec è indipendente dal software ed è un software di terze parti che deve essere stato precedentemente installato e configurato nel PC.


  • 1) Selezionare il codec di compressione video da utilizzare;
  • 2) Premere per configurare il codec;


Esistono numerosi codec video in commercio. Tuttavia si possono trovare dei codec video gratuiti. Questo è un esempio di un encoder video gratuito. Link per il download:



L'immagine seguente mostra un esempio di come configurare il codec precedentemente consigliato.


Maestro3d.dental.studio.video.codec.window2.png


  • 1) Selezionare la qualità della compressione video;
  • 2) Selezionare il Debug Log level a None;
  • 3) Disabilitare l'opzione al punto 3;


Dopo questo sarà possibile iniziare la registrazione, mettere in pausa e terminare il video attraverso gli appositi pulsanti.


Richiedere la licenza del visualizzatore


Il visualizzatore è uno strumento che offre la possibilità ai dottori o colleghi di vedere, ispezionare e misurare i modelli digitali ed il setup virtuale. Esso consente la visualizzazione di modelli 3D creati dal software. Il visualizzatore è provvisto di zoom, traslazione e rotazione, permette l'analisi e misurazioni complete dei modelli 3D. Visualizza inoltre i dati specifici sul paziente e sul modello 3D. È possibile scaricare il software dalla seguente pagina web: www.age-solutions.com/sw.asp


Alla prima esecuzione il software mostrerà a schermo una finestra come quella sottostante:


Maestro3d.dental.studio.viewer.license.window.png


In questa fase il software richiede una registrazione per ottenere la licenza di utilizzo gratuita. Se si vuol ignorare la registrazione, chiudere la finestra ed il software procederà alla schermata principale.


  • 1 - Salvare il file del codice seriale del prodotto;
  • 2 - Aprire la pagina web dalla quale richiedere la licenza di utilizzo del software; in alternativa è possibile accedere manualmente a tale pagina attraverso questo indirizzo;
  • 3 - Caricare il file di licenza ricevuto sulla posta elettronica al termine della procedura di registrazione, descritta di seguito;


Dal punto 2 si accede alla pagina di richiesta della licenza come mostrato in figura: (si consiglia di utilizzare il browser Google Chrome oppure Mozilla Firefox oppure Microsoft Internet Explorer in modalità Compatibility View).


Request.license.png


  • 1 - Inserire il proprio nome;
  • 2 - Inserire il proprio paese di origine;
  • 3 - Inserire la mail dove verrà spedita la licenza di utilizzo del software;
  • 4 - Premere il pulsante Browse o Sfoglia per caricare il product key file salvato precedentemente;
  • 5 - Inserire il codice di sicurezza;
  • 6 - Premere il pulsante Submit o Invia;


Dopo poco tempo il file di licenza sarà inviato sulla posta elettronica. I dati raccolti saranno utilizzati solo a fini statistici e non verranno in alcun modo divulgati a terze parti.


Maestro 3D iPad Viewer


Il software per il visualizzatore iPad può essere scaricato al seguente indirizzo: https://itunes.apple.com/au/app/maestro-3d-ipad-viewer/id415420081?mt=8#ls=1


Procedura per scaricare e visualizzare un file orthoipad


Cliccare sulla voce Files nella schermata principale, in basso. Poi, cliccare sulla voce in fondo al form chiamata "FTP Import". Apparirà il seguente form. I tre campi (Address, Username e Password) saranno vuoti al primo utilizzo.


Maestro.3D.iPad.Viewer.FTP.Import.png


Inserire il proprio indirizzo FTP nel campo Address. Attenzione, alcuni siti richiedono che l'indirizzo sia seguito dal carattere "/". Altri siti ignorano ciò. Successivamente, inserire il proprio FTP username nel campo Username. Infine, inserire la propria password nel campo Password. Poi, cliccare sul pulsante di aggiornamento in alto a destra (vedi la freccia). Se la connessione avrà successo, apparirà una lista dei files nella cartella selezionata. Per continuare la navigazione alla cartella successiva, cliccare dalla cartella desiderata la voce File Listing...In questo esempio, cliccare su "htdocs" per mostrarne il contenuto. Dopo aver cliccato su "htdocs" il sito FTP farà una ricerca e in seguito mostrerà i contenuti della cartella successiva. I risultati vengono mostrati nell'immagine successiva.


Maestro.3D.ipad.Viewer.Address.Field.png


Notare che il campo Address in alto al form, adesso include l'elenco "htdocs" e che la sezione File Listing... mostra più elenchi e alcuni files. Il nostro file è presente nell'elenco "samples". In seguito, cliccare su "samples" nella sezione File Listing... per caricare il file della cartella.



Maestro.3D.iPad.Viewer.Directory.png


L'immagine sopra mostra che il campo Address è stato modificato ancora una volta. I files contenuti nella cartella "samples" adesso mostrano la sezione File Listing.. E' possibile tornare indietro (all'elenco precedente) premendo "Previous Directory" direttamente sotto la voce "File Listing..."


Maestro.3D.ipad.Viewer.Downloading.png


Abbiamo scelto di caricare il file “Bethany_Snell_2011_02_21.orthoipad”. Cliccare sul nome del file, il quale si evidenzierà di blu. Il download inizierà immediatamente e il progresso sarà indicato nella barra di progressione.


Maestro.3D.iPad.Viewer.Download.Complete.png


Una volta completato il download, dovremmo vedere il messaggio indicato nella freccia, come mostra l'immagine sopra. A questo punto, possiamo selezionare un altro file per il download oppure cliccare sulla voce "Done" per chiudere la finestra di download.


Maestro.3D.ipad.Viewer.Select.File.png


Il file selezionato apparirà nella voce "Selected File" dopo aver chiuso la finestra di FTP. L'immagine sopra mostra che "Bethany" è stato selezionato e viene visualizzato sull'iPad. Dopo che il download è andato a buon fine, le credenziali per l'Address, Username e Password saranno salvate sull'iPad. La prossima volta che cliccheremo su FTM Import, i campi saranno completati automaticamente dalle credenziali inserite in precedenza. Tutto ciò elimina la necessità di reinserire le informazioni, a meno che non si desideri entrare da un altro sito FTP.



Richiedere la licenza della versione dimostrativa


La versione dimostrativa del software permette di valutare, provare e prendere confidenza con il software stesso. Questa versione è completa, con tutti i moduli attivi, permette di esportare il lavoro fatto ma non consente di creare nuovi casi di lavoro. Il software contiene all'interno alcuni casi di lavoro prestabiliti sui quali sarà possibile operare. È possibile scaricare il software dalla seguente pagina web: www.age-solutions.com/sw.asp


Alla prima esecuzione il software mostrerà a schermo una finestra come quella sottostante:


Maestro3d.dental.studio.demo.png


In questa fase il software richiede una licenza di utilizzo. Per richiedere tale licenza, si prega di voler salvare il file del codice seriale (punto 1) e inviarlo via mail all'indirizzo di posta elettronica: key@age-solutions.com. A causa della forte incidenza dello spam, la licenza di utilizzo verrà inviata soltanto agli utenti che indicheranno nel corpo della mail i loro dati come: nome, indirizzo, telefono, sito web.


  • 1 - Salva il file del codice seriale del prodotto;
  • 2 - Carica il file di licenza ricevuto sulla posta elettronica.


Dopo aver ottenuto la licenza e attivato il software, per procedere è necessario effettuare la procedura per aprire un caso di lavoro. Nella schermata di apertura come mostra l'immagine sotto, è sufficiente cambiare clinica con il pulsante 1 per cambiare tra casi ortodontici e casi di restauro dentale indicati al punto 2.


Maestro3d.dental.studio.demo2.png


  • 1 - Cambia la clinica per cambiare i casi da aprire fra casi ortodontici e casi di restauro dentale;
  • 2 - Lista dei casi che è possibile aprire per lavorare;


FAQ

Come posso vedere la versione del software ed il seriale della dongle?


Dal menù della finestra principale cliccare sulla voce ? -> Circa.... L'immagine sottostante mostra la finestra di About del software. In questa finestra è presente il seriale della dongle (premere il tasto adiacente per copiarlo negli appunti) ed il numero di versione Build...


Maestro3d.dental.studio.about.window.png


  • 1 - Numero seriale della dongle;
  • 2 - Copia il seriale negli appunti;
  • 3 - Numero di versione del software;


Come posso sapere se la mia versione del software è aggiornata all'ultima disponibile?


Dal menù della finestra principale cliccare sulla voce File -> Controlla aggiornamenti.


Come posso sapere quali moduli sono attivi?


Dal menù della finestra principale cliccare sulla voce File e premere la voce Attiva... per ogni modulo disponibile. Si riceverà un messaggio che indicherà se il modulo è attivo oppure si aprirà una finestra per importare il file di licenza che attiverà il modulo nel caso in cui esso non lo sia. In alternativa si può verificare i moduli correntemente attivi dal menù della finestra principale, cliccando sulla voce File -> Controlla aggiornamenti (si veda l'immagine sottostante).


Dental.studio.check.update.png


Come posso personalizzare i dati dell'azienda all'interno dei file pdf e xls?


Dal menù principale accedere alla finestra delle impostazioni come mostra l'immagine sottostante:


Maestro3d.dental.studio.settings.export.options.window.png


Come devono essere i modelli di input?


I modelli di input devono essere due file STL separati, registrati in relazione occlusale;


  • Non devono contenere tunnel;
  • Non devono contenere maniglie;
  • Devono essere manifold;
  • Non devono avere buchi;
  • Non devono avere triangoli degeneri, (esempio triangoli con zero area);
  • Non devono avere triangoli duplicati;
  • Non devono avere vertici non riferiti;
  • I triangoli devono avere tutti lo stesso orientamento;


CONSIGLIO: Utilizzando lo scanner Maestro 3D si ha la garanzia che i modelli di input siano perfettamente conformi alle richieste del software senza dover utilizzare programmi di terze parti per riparare i modelli.


Perché non visualizzo il pulsante per esportare i modelli per il visualizzatore iPad?


Tale funzionalità è attiva soltanto se sul PC dove è installato il software vi è connesso anche lo scanner Maestro 3D.


Come posso cambiare la lingua del software?


Dal menù principale accedere alla finestra delle impostazioni come mostra l'immagine sottostante:


Maestro3d.dental.studio.settings.language.window.png


Posso utilizzare scansioni provenienti da scanner non Maestro?


Si è possibile utilizzare file STL provenienti da scanner non Maestro, ma per poter lavorare correttamente i file STL devono avere le seguenti caratteristiche:


  • Non devono contenere tunnel;
  • Non devono contenere maniglie;
  • Devono essere manifold;
  • Non devono avere buchi;
  • Non devono avere triangoli degeneri, (esempio triangoli con zero area);
  • Non devono avere triangoli duplicati;
  • Non devono avere vertici non riferiti;
  • I triangoli devono avere tutti lo stesso orientamento;


Se gli STL presentano alcuni dei problemi citati sopra, potrebbe essere possibile incorrere in errori durante la definizione della linea di taglio per aggiungere la base virtuale, durante la segmentazione dei denti, durante il riconoscimento della linea di margine nel Dental CAD, etc.


Personal tools
Namespaces

Variants
Actions
Navigation
Toolbox